.

Eagle Etsp dai porti agli aeroporti: dove arrivano i monopattini della startup

Al centro del futuro della mobilità ci saranno finalmente gli utenti CON la loro esperienza di viaggio. Oggi chi si sposta per raggiungere il proprio posto di lavoro si trova spesso a dover affrontare un tragitto frammentato, tra una fermata metro o bus e l'ufficio che dista ad alcuni chilometri.

La multi modalità è dunque una risorsa per la mobilità del futuro che offre agli utenti la possibilità di pianificare e prenotare gli spostamenti dell'ultimo miglio con un veicolo in sharing con pochi clic e in tempo reale.

Per questa ragione, Eagle Etsp si inserisce perfettamente nell'orizzonte del futuro Mobility as a Service, proponendosi soprattutto come partner ideale nel Corporate MaaS. La sua missione è infatti quella di fornire alle aziende virtuose un servizio di noleggio specializzato di monopattini e bici elettriche, prenotabili attraverso un'apposita app, per agevolare gli spostamenti green dei dipendenti nell'ultimo miglio, con ricadute positive anche sull'inquinamento ambientale.

Eagle Etsp è il partner delle aziende per rendere l'ultimo miglio dei dipendenti più comodo ed ecologico

Sono molte le imprese consapevoli del proprio impatto sull'inquinamento urbano e che desiderano ridurre l'impronta ecologica del proprio sistema aziendale. Non di rado queste realtà virtuose si scontrano con la verità dei fatti, soprattutto se le sedi e gli uffici sorgono in zone periferiche poco o mal servite dal TPL o dove i servizi di sharing sono del tutto assenti.
Il progetto di Eagle Etsp si inserisce proprio in questo spazio, offrendo alle aziende decentrate rispetto alle stazioni dei mezzi pubblici di utilizzare un servizio di mobilità dell'ultimo miglio, integrato e digitale. In questo modo sarà possibile incentivare le imprese a sperimentare e trovare comode soluzioni di multimodalità tra TPL e micromobilità

Come già accennato, promuovere in collaborazione con le aziende una mobilità alternativa significa preparare la strada verso un futuro sostenibile innanzitutto dal punto di vista aziendale. Infatti il progetto di Eagle Etsp si colloca perfettamente all'interno del PNRR, in particolare nell'ottica della missione dedicata alla sostenibilità. Inoltre, l'iniziativa punta a contribuire al  processo di decarbonizzazione dei trasporti previsto dal Fit for 55, il piano europeo per la transizione verde.  

Dove si trovano i Mobility Hub di Eagle Etsp per garantire la mobilità dell'ultimo miglio

L'obiettivo della startup è dunque consentire ai lavoratori di scegliere le soluzioni di trasporto più in linea con le proprie esigenze dall'uscio di casa alla soglia dell'ufficio, selezionando le modalità di spostamento, acquistando titoli di attraverso un'app.

Proprio in virtù della sua mission aziendale, Eagle Etsp colloca di concerto con l’azienda locataria i suoi mobility hub nei punti nevralgici per soddisfare la domanda di spostamento dei propri dipendenti per accedere nella sede di lavoro. 

Stiamo parlando di stazioni ferroviarie, metro, parcheggi di interscambio, fermate di bus o tram e anche, porti e aeroporti: una rete di snodi di micromobilità elettrica destinata a crescere sempre più sull'intero territorio nazionale. 

Presso i diversi aeroporti e porti italiani gli utenti possono ad esempio lasciare comodamente l'auto nel parcheggio e raggiungere il terminal o la banchina in maniera indipendente, senza dover attendere il passaggio della navetta.

I mezzi di Eagle sono a disposizione di un target particolarmente dinamico, abituato a frequenti trasferte lavorative e bagagli a mano. Di conseguenza i veicoli sono provvisti di porta borsa e porta trolley che rendono ancora più comoda la scelta della micromobilità per coprire l'ultimo miglio.
 


18/10/2022 - Redazione Eagle Etsp